La macchina fotografia giusta per te

La fotocamera è lo strumento con il quale rappresentate ciò che avete in mente.


Ci siamo, la fotografia comincia ad appassionarti e intuisci che il tuo smartphone non può fare miracoli.
Decidi di prendere la macchina fotografica, ma quale? Esiste una macchina perfetta, capace di realizzare bellissime fotografie? No. 
Non esistono macchine perfette ma solo macchine con caratteristiche differenti. 

È questo il punto, come facciamo a capire se quella macchina fotografica fa al caso nostro?

A coloro che si avvicinano per la prima volta alla fotografia consiglio di osservare le seguenti considerazioni.

1) REFLEX, COMPATTA O MIRRIRLESS?
Reflex – Il 75% dei fotografi utilizza questo tipo di macchina. Forse per il fascino del “click”, forse perchè Canon e Nikon sono l’emblema della reflex o perchè avere una macchina reflex ci fa sentire più fotografi rispetto ad altri.
La reflex è la macchina che richiede maggiori attenzioni, sia in termini di manutenzione che di accessori supplementari. Pesante, a volte ingombrante e richiede una certa abilità nell’utilizzarla.

Compatta – Il 5% dei fotografi utilizza la macchina fotografica compatta. Probabilmente ereditata da amici/partenti, si presenta piccola, pratica e leggera. Inoltre costa relativamente meno rispetto alle concorrenti.
Caratteristica principale è che non possiamo cambiare gli obiettivi.

Mirrorless –  Il rimanente 20% dei fotografi rimane affascinato da questo strumento. A differenza delle reflex, non ha lo specchio che normalmente è posto tra sensore e obiettivo. Quindi dobbiamo rinunciare al meraviglioso rumore del “click di scatto”.
Il mirino non è ottico ma digitale, significa che ciò che vediamo nel mirino è l’anticipazione dello scatto finale.


2) FULL FRAME O APS-C?
Aps-c – Sono le classiche macchine in vendita dal fotografo sotto casa o nei grandi centri commerciali. 
Ad una prima osservazione, le caratteristiche principali sono:
– Dimensioni più piccole e leggere rispetto alle full frame.
– Sensore più piccolo e minore superficie utile per l’immagine (cropped frame). 
– Maggior rumore digitale a causa delle caratteristiche del sensore.
– Alcuni obiettivi per Aps-c non sono compatibili per Full Frame. Es. 
Se la macchina è canon e sull’obiettivo è riportato la sigla EF-S, non sono compatibili per full frame. In caso è meglio scegliere obiettivi EF, anche se più cari, vanno bene sia per APS-C che per Full Frame.
In generale gli obiettivi per APS-C sono più leggeri ed economici ma con discreta 
qualità.

Full frame – Le famose macchine fotografiche grazie alle quali anche gli asini possono volare.
Rimanendo con i piedi per terra, consideriamo le full frame come:
– Strumenti più grandi e pesanti.
– Sensori con maggiori dimensioni e a pieno formato, quindi non soggette a ritagli (no cropped frame).
– Migliore gestione gamma ISO.
– Obiettivi di maggiore qualità, pesanti, normalmente più luminosi e di conseguenza più costosi.
– Non hanno il flash incorporato a differenza delle APS-C.

FullFrame e APS-C

3) IL FOTOGRAFO
3.1 Personalità del Fotografo.
Sei una persona a cui piace viaggiare, dinamica e felice di passare il tempo con altre persone.
Ti consiglio una macchina veloce, pratica, poco invadente e magari che possa essere utilizzata in diverse situazioni e condizioni atmosferiche. [ Compatta/reflex aps-c].

Ti piace dedicare il tempo alla tua persona e sei composto/a e organizzato/a?
Qui può essere utile una macchina più performante con attrezzatura di corredo [reflex aps-c].

3.2 Cosa voglio fotografare.
Ti piace fotografare per le vie della tua città, cogliere il momento, la spontaneità della gente.
Una piccola macchina, leggere e maneggevole fa al caso tuo [Mirrorless aps-c]

Ami fotografare il paesaggio e sai che per ottenere immagini d’impatto serve una buona organizzazione per valutare l’ora migliore di luce.
Sentirai l’esigenza del cavalletto e di una macchina che ti permetta di avere maggiore qualità “digitale” [ Relfex/Mirrorless full frame].

3.3 La qualità di definizione che desideriamo
Maggiore “qualità digitale” vuol dire utilizzare una strumentazione performante. Se vogliamo avere una resa cromatica migliore, anche nelle ore notturne, una full frame può essere la soluzione migliore. 
Tengo a precisare che la “qualità digitale” non fa una bella fotografia. Con qualità digitale stiamo parlando di immagini destinate a gallerie, stampe, mostre, festival, postproduzioni pesanti ecc.

3.4 Disponibilità economica
La passione per la fotografia, da tempo, viaggia parallelamente alla disponibilità economica. L’assurda convinzione che la bellezza della fotografia è proporzionale alla spesa effettuata.
Una macchina fotografica costosa ha differenti componenti e materiali, maggiori impostazioni ecc. rispetto ad una più modesta. Questo non giustifica che l’immagine pubblicata sui social sia brutta solo perchè realizzata da una aps-c.

Non è una questione economica di macchina e attrezzatura ma di fotoritocco.


Una cosa è vera. Una volta inizia la passione per la fotografai inizierai a sentire l’esigenza di aumentare e migliorare la tua strumentazione.